PALLANUOTO – Campionato Serie A2 Maschile (Girone NORD) – Stagione 2016-2017 – 5a giornata

Tabellino, risultato e commento della partita.

(fonte www.federnuoto.it)


 

É stata una sfida dalle mille sfaccettature quella che il Sori, al ritorno dalle feste dopo una sosta di un mese, si è trovato ad affrontare in quel di Padova.

Una settimana difficile quella per mister Cipollina, tra problemi di vario tipo, tra influenze e defezioni fisiche, ma con le carte in regola per giocarsela anche in trasferta.

Un campo storicamente ostico, qualche scelta arbitrale dubbia, da entrambe le parti, la voglia di vincere negli occhi di tutti i giocatori.

Una partita tendenzialmente in equilibrio, dove le difese non si sono dimostrate il punto forte.

Ne trae giovamento lo spettacolo, ribaltamenti di fronte, uno-contro-uno spesso avvincenti e gol da una parte e dall’altra.

Il Padova di Walter Fasano, trascinato da Conte e Savio, prova a scappare e all’inizio della terza frazione fissa il punteggio sul 9 a 6.

Il Sori si dà per vinto? Assolutamente no, perché, se c’è una cosa che questa squadra ha dimostrato di avere nelle prime cinque giornate, è un cuore grande, un’anima e gli attributi.

Esce fuori il collettivo in grado di remare nella stessa direzione, ancor di più nei momenti di difficoltà. E l’apporto dei giovani nella mischia è più che mai fondamentale, senza contare l’efficacia e importanza dei veterani: Loomis, quattro gol, e Rezzano, autore di una tripletta. Ecco che la rimonta è completata grazie a un parziale perentorio, 10 a 10, la possibilità di portare a casa un punto prezioso. La beffa arriva nel finale quando Segala, in superiorità numerica, dà la vittoria ai suoi e lascia la compagine granata, sostenuta dai suoi tifosi dall’inizio alla fine, con l’amaro in bocca di un 11 a 10 finale. Sori avrebbe la palla e il tempo per riprendere l’avversario ma un fallo contro dubbio fischiato a Loomis fa cessare tutto con un nulla di fatto.

Due i volti di questa partita. Mister Cipollina può guardare al bicchiere mezzo pieno, perché i suoi hanno tirato fuori l’orgoglio quando la partita sembrava essere compromessa. Non può essere altrettanto soddisfatto dei troppi gol concessi in parità numerica. Servirà più attenzione d’ora in avanti perché i dettagli fanno la differenza. Da qui passa la crescita di un gruppo giovane, un altro segnale importante al campionato.

Il Sori è vivo, pronto a dare battaglia sabato prossimo, tra le mura amiche, nel derby con il Lavagna. Servirà il supporto del pubblico, perciò vi aspettiamo alle ore 17.

Forza Granata!

gennaio 19th, 2017|news|

Questo sito utilizza cookie anche di terzi per fornirti indicazioni utili alla navigazione maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi