Una prova di sacrificio e di carattere per il Sori che passa di misura a Monza contro un Como mai domo. 10 a 9 per i granata al termine di una gara che avrebbe potuto avere un divario più ampio se i ragazzi di De Ferrari l’avessero chiusa prima. Contavano i tre punti però e quelli sono arrivati.
Parte bene il Sori con un Rojas ispirato nelle prime due frazioni di gioco, dove gli ospiti si portano sul 5 a 2 con le quattro realizzazioni del venezuelano, creando diverse situazioni da gol, vanificate e sbagliando un rigore. Il Como è bravo a non mollare e trascinato da Zanetic va al riposo lungo sul pareggio.
L’arma del contropiede non viene sfruttata dai soresi che passano in svantaggio ma riagganciano l’avversario con capitan Digiesi al suono della sirena della terza frazione. Gol fondamentale e nuova linfa, Sori ne ha di più e Viacava, Penco, Cocchiere, con le parate di Simone Benvenuto, portano a casa un risultato preziosissimo, con la testa e la determinazione giuste che servivano per uscire da Monza con il bottino pieno.
Salgono a sei punti i granata, ma bisogna continuare a lavorare per preparare la prossima gara contro il Brescia in casa, che sarà ancora più importante.

Le parole di mister De Ferrari: “Abbiamo regalato troppi gol, dobbiamo migliorare tanto. Sull’uomo in più possiamo migliorare quindi mi prendo i tre punti che fanno morale ma va tenuta alta la concentrazione”

Sup. Num. 5/11, un rigore sbagliato da Viacava e uno realizzato da Rojas
Reti: 4 Rojas (1 rigore), 3 Viacava, 2 Penco, 1 Cocchiere, 1 Digiesi