di Daniele Elefante

Il girone d’andata è terminato con un bottino scarno nonostante le prestazioni non siano state da buttare, anzi.

La Rari Nantes Sori ha dimostrato di sapersela giocare con tutti e, pur perdendo, anche nell’ultima sfida di Camogli ha tenuto botta ad un avversario senza dubbio molto più forte.

Si cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno quindi, sperando che nel girone di ritorno le partite perse di un gol si trasformino in vittorie.

Dopo la sosta si torna in acqua e i granata di Cipollina dovranno scendere fin da subito con la determinazione giusta.

L’obiettivo di questi due mesi che separano dalla fine del campionato deve servire a fare più punti possibili, visto che si parte dai cinque conquistati, con le avversarie lontane cinque lunghezze, tolto il Brescia, appaiato ai soresi.

Si riinizia da Lavagna e il gap di cinque reti con cui terminò la gara d’andata, maturato negli ultimi due tempi, deve far capire alla Rari Nantes che non si potranno ripetere gli errori commessi.

Tutto è stato analizzato e anche l’atteggiamento sembra essere cambiato nell’ultimo mese, perché sarà quello a dover fare la differenza, insieme alla ” fame ” di risultati e una maggiore capacità realizzativa.

Di fronte la terza in classifica, con il team allenato da Martini che gioca davvero bene, come dimostra il campionato fatto finora, ma nulla è impossibile.

Concedere il meno possibile a una squadra giovane, ben allenata e fatta di giocatori esperti.

A Lavagna l’appuntamento è per sabato alle ore 18; la prima di undici finali.

Vietato mollare

Vai alla pagina della 1^ Squadra R.N.Sori e conosci la rosa dei nostri atleti

In copertina
Michele Pesenti (attaccante)
#calottinanumero12

Foto di Maurizio Tonelli
(Tiemmefoto/Sori)


Per ricevere puntualmente gli avvisi sull’operatività dell’impianto,
le news e le promozioni di Rari Nantes Sori

E NON PERDERTI LE NOVITA’ STAGIONALI

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Seguici su

Condividi questa pagina su: