di Daniele Elefante

Un’altra partita da giocare con la testa e in cui sarà importante, come a Brescia, tenere un livello di concentrazione alto, cercando di non partire come alla Mompiano sotto di tre reti.

Con il Civitavecchia il Sori, dopo aver ottenuto tre punti importantissimi, deve continuare la sua risalita, sempre dura, ma resa meno impossibile sabato scorso.

Sempre in ultima posizione i granata devono guardare al primo obiettivo, che è mettersi una squadra dietro per non incorrere nella retrocessione diretta, dopodichè ogni cosa che verrà si valuterà alla fine del campionato.

A Brescia l’atteggiamento e la voglia di vincere l’hanno fatta da padroni, ma nonostante la posta in palio fosse alta, i ragazzi di Cipollina sono comunque riusciti a mantenere la calma, aiutandosi soprattutto in fase difensiva e trovando davanti soluzioni e nuove idee.

Con il Civitavecchia, avversario ostico e determinato, non sarà semplice, nonostante le assenze di due giocatori importanti, ma i granata dovranno cercare la seconda vittoria stagionale tra le mura amiche; uniti e grintosi, perché solo così si può centrare l’obiettivo.

Così il direttore generale Rezzano, che invita i suoi a rimanere in guardia: ” L’avversario è di caratura superiore, come dimostra la rosa a disposizione di mister Pagliarini, composta da giocatori di spessore.

E’ un altro spareggio, come lo era quello di Brescia, e come lo saranno tutte le sfide da qui alla fine. Siamo tutti vicini alla squadra, sabato non sarà una gara facile, ma dobbiamo cercare di fare bene.

Loro, viste le assenze, verranno con ancora più motivazioni e noi abbiamo molto rispetto nei loro confronti, sapendo di dover affrontare la gara con la testa “.


Per ricevere puntualmente gli avvisi sull’operatività dell’impianto,
le news e le promozioni di Rari Nantes Sori

E NON PERDERTI LE NOVITA’ STAGIONALI

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Seguici su

Condividi questa pagina su: