di Daniele Elefante

E’ un derby e come tale va vissuto, interpretato e giocato.

La gara con lo Sturla vale tre punti come le altre ma sarà fondamentale per il Sori farla propria se si vuole raggiungere l’obiettivo minimo, quello dei play out.

L’errore sarebbe ripensare alla sfida di qualche mese fa, bisogna pertanto giocare in modo pulito, con la giusta concentrazione, consapevoli della valenza del match, ma allo stesso punto con la testa.

I granata sono stati scavalcati dal Brescia, motivo in più per ambire alla vittoria contro i ragazzi di Piero Ivaldi.

Mancano solo tre gare alla fine e adesso non c’è più tempo di fare calcoli o sperare nei risultati delle altre squadre.

Bisogna ottenere più punti possibili in queste tre finali e vedere all’ultima giornata fin dove si è arrivati.

Per farlo servirà il Sori vistosi sabato nell’ultimo quarto di gioco quando, sotto di tre reti, è riuscito a tirare fuori l’orgoglio e rimettere in piedi una partita che sembrava persa.

Serviranno la grinta, gli attributi, ma anche la razionalità, non cadendo in provocazioni ed evitando squalifiche inutili in vista delle prossime battaglie.

Ciò che è mancata in questa stagione è stata la linearità, all’interno delle singole sfide, oltre che nel lungo termine.

Spesso i granata si sono sfilacciati, mostrando più volti, e soccombendo per una cattiva gestione.

La tattica non conta più, serve solo segnare un gol in più dell’avversario, e così dovrà essere con lo Sturla sabato, fischio d’inizio alla Vassallo di Bogliasco alle ore 16.

Servono unione e voglia di raggiungere tutti la stessa meta.

Vai alla pagina della 1^ Squadra R.N.Sori e conosci la rosa dei nostri atleti

In copertina, Nicholas Elphick
( Attaccante – #calottinanumero4 )
📸 Foto di Gian Cavassa


Per ricevere puntualmente gli avvisi sull’operatività dell’impianto,
le news e le promozioni di Rari Nantes Sori

E NON PERDERTI LE NOVITA’ STAGIONALI

ISCRIVITI QUI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Seguici su

Condividi questa pagina su: